ricetta risotto ai funghi pioppini

Risotto con funghi pioppini

La cosa più buona da fare se avete raccolto dei funghi pioppini è un risotto, ecco una ricetta facile e leggera.

Ingredienti

per 2 persone
160 g di riso
200 g funghi pioppini (quantità di funghi da pulire)
1 spicchio di aglio
prezzemolo
sale e pepe
olio extravergine di oliva
brodo vegetale (circa mezzo litro)

Preparazione

Pulire i funghi e tagliare metà dei gambi, quindi tagliarli a pezzetti.

Soffriggere in poco olio lo spicchio di aglio schiacciato, aggiungere i funghi tagliati a pezzetti, coprire con mezzo bicchiere di acqua e un pizzico di sale, far cuocere fino ad asciugare l’acqua.
Fare tostare il riso con i funghi.
Bagnare con il brodo vegetale caldo e far cuocere per 20 minuti, aggiungendo il brodo poco alla volta e lasciando che venga assorbito prima di aggiungerne altro.
Aggiungere un cucchiaio di prezzemolo tritato (uso quello surgelato se non ho quello fresco).
Il risotto ai funghi è pronto.

Servire con una manciata di grana o di ricotta salata gratuggiata, a piacere.
Questa versione del risotto ai funghi esalta il sapore dei funghi senza coprirlo.

I funghi pioppini

funghi pioppino

Il Piopparello o Pioppino, è uno dei funghi commestibili più apprezzati e ricercati. Hanno una testa marrone scuro e un gambo lungo e chiaro.
I piopparelli crescono sia sui tronchi di alberi morti che di alberi vivi come pioppi, da cui deriva il loro nome, ma anche salici, querce, olmi e sambuchi.
E’ possibile trovare questi funghi prelibati a cominciare dall’inizio della primavera fino alla fine dell’autunno, soprattutto in presenza di tempo umido, solitamente qualche giorno dopo la pioggia.

Ho preparato anche il risotto con funghi porcini secchi, facile e buonissimo!

2 comments

  1. Ci sono alcune cose che non mi convincono:
    1) 300g di funghi per 160 grammi di riso sono troppi: sono già tanti quando le quantità sono pari, figurati usandone quasi il doppio
    2) coprire con il brodo non è mai indicato per fare il risotto: si aggiunge un po’ per volta fino a cottura ultimata
    3) una noce di burro non guasta
    4) avrei fatto sfumare i funghi con il vino anziché con l’acqua
    5) il prezzemolo surgelato non è il massimo: l’ho provato, ma non è nemmeno paragonabile con il prezzemolo fresco
    Spero di esserti stato di aiuto

    1. Ciao Luca, ho corretto la dose di funghi che è intesa da pulire. Sul fatto di aggiungere il brodo poco alla volta è vero, come ho scritto in tanti altri risotti che ho messo, in questa ricetta però mancava il dettaglio che ho aggiunto.
      Il prezzemolo è ovviamente meglio fresco ma non sempre è disponibile.
      Sul burro e vino fai come preferisci, io ho fatto senza.
      Grazie per i consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *