Purè di fave secche con verdure

Il purè di fave secche è una ricetta tipica pugliese del Salento dove viene servito con cicoria bollita, condito con olio extravergine di oliva. Il purè di fave è un contorno proteico che sta bene accompagnato anche da verdure fritte, ortaggi sott’olio; è ottimo anche come antipasto spalmato su fette di pane tostato.

Ingredienti Per 4 persone

300 g di fave bianche secche
2 grosse patate
250 g di olio di oliva sale e acqua

Lavare le fave e metterle in un tegame di coccio: coprite con acqua fredda, mettete il coperchio e fare bollire per 20 minuti a fuoco lento, senza mescolare.

Colare l’acqua, ricoprire ancora con acqua fredda e sale, aggiungere le patate pelate e tagliate a tocchetti e portare a ebollizione.

Far cuocere per 30 minuti fino al completo assorbimento dell’acqua.

Secondo la tradizione pugliese le fave vengono poi battute energicamente con un cucchiaio di legno aggiungendo a poco a poco l’olio, e poi passate al setaccio fino a ottenere un purè omogeneo.
In alternativa si possono passare le fave al passaverdura dopo la cottura, quindi rimettere sul fuoco nel tegame e poi batterle col cucchiaio di legno aggiungendo poco per volta l’olio.

Accompagnare il purè di fave con insalata di rucola fresca condita con olio, oppure con ortaggi fritti o sott’olio.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *