pasta alla puttanesca

Come fare la pasta alla puttanesca

Il cuoco della mensa non ha esitato a mettere le carote nel soffritto della pasta alla puttanesca, eppure è un ingrediente che non deve esserci, così come l’origano. Nella foto puoi vedere il suo triste risultato, ma comunque non malissimo.

Sai quali sono gli ingredienti della ricetta per fare la pasta, meglio gli spaghetti, alla puttanesca?

Scopriamoli insieme assieme alle varianti più famose del sugo rosso pomodoro della pasta alla puttanesca.

Il sugo della pasta alla puttanesca è una meravigliosa ricetta tipica della cucina italiana che viene dal sud. La ricetta originale è napoletana e richiede aglio, olive nere, capperi e salsa di pomodoro, quindi niente acciughe, peperoncino o prezzemolo ma se andate a Roma e dintorni potete trovare un sugo diverso. Il sugo alla puttanesca si sposa bene con gli spaghetti, è un piatto che ha ingredienti semplici e sembra facile ma va fatto a regola d’arte.

Pasta alla puttanesca, ricetta napoletana

Questa è la ricetta originale della pasta alla puttanesca e non vuole saperne di acciughe, peperoncino o prezzemolo.

Ingredienti: 400g di spaghetti, 500g di polpa di pomodoro, 1 cucchiaio di capperi sotto sale, 2 spicchi di aglio, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 100g di olive nere di Gaeta.

Preparazione: in una padella scalda l’olio con l’aglio sbucciato, i capperi dissalati e le olive. Fai cuocere per qualche minuto prima di aggiungere la passata di pomodoro e cuoci a fuoco lento per 10 minuti, il tempo di lessare al dente gli spaghetti in acqua bollente salata. Salta gli spaghetti nel sugo alla puttanesca, gli spaghetti devono essere avvolti dal sugo e risultare morbidi, intrisi di salsa. Porta in tavola.

Pasta alla puttanesca, ricetta romana

A Roma e in Lazio hanno aggiunto le acciughe e al sugo alla puttanesca ottenendo una variante molto ricca.

Ingredienti: 400g di pasta, 500g di polpa di pomodoro, 2 cucchiai di capperi sotto sale, 100g di olive nere, 1 manciata di prezzemolo tritato, 2 acciughe sottosale, 1 peperoncino rosso, 1 spicchio di aglio, 2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Preparazione: in una padella scalda l’olio con l’aglio sbucciato, i capperi dissalati, le olive, le acciughe dissalate, un peperoncino a pezzetti e una manciata di prezzemolo tritato. Fai cuocere per qualche minuto. Aggiungi la salsa di pomodoro e cuoci a fuoco lento per 10 minuti. Nel frattempo cuoci al dente gli spaghetti in acqua bollente salata. Condisci gli spaghetti con il sugo alla puttanesca facendo saltare in padella e poi porta in tavola.

I 5 errori da evitare

  1. Il sale no, per favore. Hai già messo i capperi, se hai usato anche le acciughe non devi mettere il sale o rischi di bruciare… il palato!
  2. Non usare i capperi in salamoia ma quelli sotto sale: devi sciacquare in acqua i capperi per togliere il sale, strizzare i capperi e metterli nel sugo.
  3. Non mettere formaggio: niente grana, pecorino o mozzarella, quella è un’altra ricetta.
  4. Niente origano o basilico, solo prezzemolo tritato.
  5. Solo olive nere, meglio se trovi quelle nere di Gaeta.

Perché si chiama sugo alla puttanesca?

Per la serie “la curiosità uccide il gatto”, abbiamo cercato di capire perché una ricetta così semplice abbia un nome così colorito.

La ricetta è nata intorno al 1950 a Napoli o, più probabile, nell’isola di Ischia. Viene pubblicata per la prima volta nel libro “Il cucchiaio d’argento” del 1971.

Pare che le prostitute del quartiere spagnolo di Napoli facessero preparare questa pasta quando tornavano a casa a tarda notte.

Qual è la tua ricetta preferita?

Scrivi nei commenti quale ricetta di pasta alla puttanesca preferisci oppure la tua personale variante!

Vota questo articolo:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (0 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *