Frittelle di pasta madre

Carnevale vecchio e pazzo
s’è venduto il materasso
per comprare pane, vino,
tarallucci e cotechino.
E mangiando a crepapelle
la montagna di frittelle
gli è cresciuto un gran pancione
che somiglia ad un pallone.
Beve, beve all’improvviso
gli diventa rosso il viso
poi gli scoppia anche la pancia
mentre ancora mangia, mangia.
Così muore il Carnevale
e gli fanno il funerale:
dalla polvere era nato
e di polvere è tornato.
Gabriele D’Annunzio


A Carnevale ogni tipo di frittelle vale, prepariamo la ricetta delle frittelle veneziane con la pasta mdre e senza uova.

Ingredienti

200g pasta madre rinfrescata
250gr di farina di tipo 0
100gr di zucchero di canna integrale
50ml di olio extravergine di oliva
succo di mezzo limone
1 pizzico di cannella
1 pizzico di sale
uvetta
olio per friggere

Preparazione

Il rinfresco della pasta madre

Prima di iniziare tenere il barattolo dove conservate la pasta madre a temperatura ambiente per qualche minuto. Versare la pasta madre in una ciotola e amalgamare con acqua a temperatura ambiente, con le mani, fino a scioglierla.
Aggiungere 100gr di farina, o comunque la quantità necessaria a far tornare la pasta madre alla consistenza di partenza.
Separare metà dell’impasto, conservandone una parte in un barattolo di vetro da riporre in frigorifero, con l’altra metà procedere a preparare l’impasto per le frittelle.

L’impasto per le frittelle

All’impasto di pasta madre aggiungere il succo di limone, il pizzico di cannella, il sale, l’uvetta, olio, zucchero di canna, farina e acqua fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Per quanto riguarda l’uvetta di solito va ammollata in acqua calda, con un cucchiaio di grappa per profumarla. Va scolata e infarinata leggermente, in questo modo si amalgamerà meglio all’impasto.
Quando l’impasto è pronto coprirlo con un telo umido e lasciare riposare a temperatura ambiente per 8 ore, va quindi preparato il giorno prima di friggere.

Frittura

Scaldare l’olio per friggere, meglio se di semi di girasole o arachidi, immergere uno stuzzicadente e se si formano delle bollicine sulla superficie è ora di tuffare l’impasto delle frittelle.
Le frittelle vanno fritte finchè non diventano ben dorate fuori e l’interno è morbido. Scolarle e dopo averle fatte raffreddare cospargetele di zucchero a velo o zucchero normale, come vuole la tipica tradizione veneziana.
Pronte per il carnevale!

Note: il Carnevale

Il Carnevale è una festa che riguarda i paesi a tradizione cattolica, la parola deriva dal latino “carmen levare” e faceva riferimento al digiuno di carne imposto il martedì grasso per iniziare la Quaresima. I dolci tipici di Carnevale, come le frittelle e i crostoli, si possono cuocere già dopo il 6 di gennaio.

Ti potrebbero interessare anche:

3 pensieri riguardo “Frittelle di pasta madre

  • 21 gennaio 2014 in 08:41
    Permalink

    Propongo il tuo ingresso nella Corporazione dei “fritoleri”

    Risposta
  • 31 gennaio 2017 in 21:03
    Permalink

    Quanta pasta madre si deva mettere?
    Grazie

    Risposta
    • 1 febbraio 2017 in 08:29
      Permalink

      200g, ho aggiornato la ricetta. Grazie Adriana, buona giornata!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *